News

Ecco Identità Golose Milano 2015: in “mostra” la cucina sana

identita-golose

Golosa, perché non si può prescindere dal piacere del cibo, ma anche sana e con un occhio rivolto al benessere fisico, sarà l’intelligenza dei protagonisti di Identità Golose Milano 2015, dall’8 al 10 febbraio al MiCo di Via Gattamelata a Milano. Da un osservatorio privilegiato, qual è il primo congresso di cucina d’autore in Italia giunto all’undicesima edizione e anticipatore delle più significative tendenze gastronomiche, il suo ideatore e curatore Paolo Marchi  ci spiega così la scelta del tema una sana intelligenza: “Che la salute inizia a tavola lo sappiamo da sempre – commenta – ma non sempre applichiamo questo principio, anzi una volta il termine sano veniva percepito come antitetico a gustoso. Oggi anche l’alta cucina ci insegna che non è così, che sostituire il pesce con la carne ed inserire più legumi ed ortaggi nella nostra alimentazione non è solo una scelta salutare, ma anche in grado di soddisfarci nel gusto. Come segnale di questo importante cambiamento di rotta basti pensare ad Alain Ducasse che ha improntato il suo nuovo menu alla naturalità ed alla stagionalità di pesce, cereali e verdure, ben lontano dai  fasti di foie gras ed entrecôte o a Pietro Leemann da sempre sostenitore di una cucina vegetariana e naturale che esalta il gusto di ogni ingrediente. Anche parlare di un alimento in apparenza semplice come la pizza – continua Marchi – ti porta a fare delle riflessioni su tante voci correlate, come le farine, la lievitazione o il tipo di legno utilizzato per la cottura, che ti fanno capire se si tratta di un prodotto salutare, oltre che buono”.

IDENTITA MILANO GOLOSE 2015
Sarà proprio Leemann il primo a salire sul palco della sala auditorium l’8 febbraio seguito da Ducasse e a cui si affiancheranno oltre cento chef e pasticceri italiani ed internazionali che si alterneranno nei 150 appuntamenti previsti nei tre giorni di Congresso. Alle sezioni già presenti lo scorso anno, – Identità Naturali, Identità Pane e Pizza ed Identità di Pasta -, quest’anno se ne aggiungono tre inedite: Identità Piccanti, Identità Estreme ed Identità di Montagna, dedicate rispettivamente al mondo delle spezie, agli ingredienti più ricercati ed cucina d’alta quota. Regione ospite il Veneto con protagonisti gli chef Lorenzo Cogo, Giancarlo Perbellini, Lionello Cera  e Gian Pietro e Giorgio Damini. Inoltre, Dossier Dessert con tutti i segreti della pasticceria da ristorazione.

Anche in quest’edizione ai grandi nomi della gastronomia italiana ed internazionale si affiancano quelli di giovani promesse: “Come in una squadra di calcio cambiano i protagonisti, – spiega Marchi – anche il nostro congresso cerca di trovare quelle combinazioni che portino al migliore risultato possibile. Un mio grande cruccio è quello di non riuscire a dare spazio a tutti quegli chef che vorrebbero raccontare il loro mestiere e mostrarci il loro talento, impossibile anche aumentando la durata del congresso. La soddisfazione è quella di continuare a fare nuove scoperte ed approfondire nuovi temi e nuove tendenze, come quella del gelato, una tra le tante eccellenze gastronomiche a cui potremmo dedicarci in futuro”.

Fonte: www.cronachedigusto.it

Leave a Comment