News

Togliere il glutine, non il gusto! Parola di Chef! E che Chef…

ricettario-celiachi-1

C’è, giusto per aprire, un “Trancetto di tonno marinato caldo”. E, per continuare, un “Risotto all’Etna rosso”. Un delizioso “Filetto di dentice” e un “Cubotto di guanciola di vitellina da latte”. E ancora, una superba “Cassata di ricotta”, un “Croccante di nocciola”, un classico e squisito “Sorbetto al cioccolato”. E tanto, tanto altro!
Sono solo alcune delle ricette e delle prelibatezze che due grandi Chef siciliani, Seby Sorbello e Ciccio Sultano, hanno realizzato e inserito nel ricettario: “Celiaco?… Prego, si accomodi!”, pubblicato nei mesi scorsi dall’Associazione Italiana Celiachia – Sicilia con la collaborazione di Fondimpresa, Civita, Teseo e Associazione Provinciale Cuochi Etnei. Il volume, curato dal giornalista Antonio Iacona, che ha realizzato le interviste, e dalla presidente regionale AIC Sicilia, Giuseppina Costa, si presenta però non soltanto come taccuino di ricette sublimi ma anche come strumento utilissimo per quanti, in Sicilia e in tutto il resto d’Italia (ed il numero continua ad essere sempre in aumento!), hanno intolleranze alimentari, in particolare al glutine, ma non per questo devono rinunciare al gusto.
Occasione prestigiosa per la presentazione del libro è stata la recente edizione di Expo Food and Wine, il Salone euromediterraneo del buon cibo e del buon vino, svoltosi alle Ciminiere di Catania lo scorso dicembre, dove ospite d’onore dell’incontro è stato il direttore di TG5 Gusto di Mediaset, Gioacchino Bonsignore, intervenuto assieme alla stessa presidente Giusi Costa, all’addetto stampa di AIC Sicilia, Antonio Iacona, alla rappresentante di Civita, Nanda D’Amore, al presidente dei Cuochi Etnei e chef Seby Sorbello, e alla responsabile nazionale Area Food di AIC, Susanna Neuhold.
Di gradevole lettura, corredato di immagini che descrivono alla perfezione le ricette inserite dai due prestigiosi chef, il ricettario ha un sottotitolo significativo: “Celiachia e turismo accessibile”.
“Il mondo della Alimentazione Fuori Casa – dichiara la presidente Giusi Costa – sta facendo passi avanti notevoli. Se guardiamo ad appena una decina di anni fa, era impensabile che un celiaco potesse tranquillamente mangiare al ristorante, senza sentirsi additato come un fenomeno anomalo. Oggi molto è cambiato. E questo libro testimonia che anche i grandi chef stellati e i ristoranti più rinomati sono attenti alle intolleranze alimentari e creano menù ad hoc per ogni cliente”.
Non è un caso, infatti, che da un lato Seby Sorbello abbia creato un motto significativo: “Togliere il glutine e non l’opportunità!”, ovvero tantissimi ingredienti delle nostre ricette sono già senza glutine. Quindi basta semplicemente stare attenti e realizzare piatti accessibili a tutti. E dall’altro lato Ciccio Sultano parla di “cucina su misura” esattamente come una creazione sartoriale, per cui ogni cliente ha i propri gusti e le proprie esigenze.
Tanti i contributi all’interno del libro, che in questi mesi viene presentato in giro per la Sicilia e che ha costituito un progetto pilota visto di buon occhio dalla direzione nazionale AIC, che sta prendendo in considerazione l’ipotesi di farne una pubblicazione in ogni regione con le diverse tradizioni locali. Anche da questo punto di vista, la soddisfazione è evidente per AIC Sicilia, dato che la nostra isola si dimostra sempre avanti rispetto alle altre realtà nazionali.

Fonte: www.enonews.it

Leave a Comment